Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cagliari, quante insidie a Crotone!

I rossoblu dovranno fronteggiare diverse difficoltà nel big match contro i calabresi: analizziamole

Condividi su:

Salutato il girone di andata con una vittoria e il primo posto in classifica, il Cagliari prepara la sfida al vertice contro il Crotone. L'incontro, che andrà in scena lunedì 18 gennaio (ore 20.30, stadio Ezio Scida), vedrà contrapposte le due prime della classe, divise da un solo punto. Nel mirino c'è la Serie A.

I ragazzi guidati da Massimo Rastelli, che da lunedì scorso sono tornati a lavoro ad Asseminello, avranno la possibilità di dare una svolta al campionato e mandare un messaggio significativo alle diretti concorrenti. Conquistare i tre punti in terra calabrese, però, non è roba da poco.

Proprio così, perché il Crotone, disfattosi dell'appellativo di “sorpresa” della Serie B, ha conquistato 45 punti (furono 48 quelli totalizzati al termine dello scorso torneo), è il secondo attacco più prolifico (34 gol segnati) e la difesa meno battuta (18 reti subite). E, come se non bastasse, è di 10 gare la striscia di imbattibilità: l'ultimo ko, il secondo stagionale dopo quello rimediato proprio al Sant'Elia all'esordio, è datato 30 ottobre, quando il Crotone uscì con le ossa rotte (4-1 il risultato finale) dal campo del Pescara.

I Pitagorici, inoltre, vantano il secondo miglior rendimento tra le mura amiche, frutto di 8 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta. Non sarà facile nemmeno gonfiare la rete dello Scida: infatti, sono solo 4 i gol incassati, mentre quelli segnati, invece, sono 23. La retroguardia sarda, che lontano da casa soffre parecchio, dovrà alzare la voce contro Budimir, vice-capocannoniere del campionato, che sulle 9 marcature realizzate ne ha segnate 6 nelle gare casalinghe, e Stoian, anch'esso col vizio del gol.

Al Cagliari, però, non sorridono neanche i precedenti all'Ezio Scida. Negli unici due match sono arrivate altrettante sconfitte: la prima, per 2-1 il 28 gennaio 2001; la seconda, per 4-2 il 16 settembre del 2001.

Anche il fattore stadio inciderà: manco a dirlo, è atteso il tutto esaurito. L'atmosfera sarà incandescente, con i supporters del Crotone pronti ad incutere paura, con coreografie mozzafiato, a Storari e compagni.

Per i rossoblu, quindi, un impegno da prendere con le pinze. I numeri della compagine calabrese mettono in guardia qualsiasi avversario e anche i sardi che, pur partendo con i favori del pronostico fin dall'inizio della stagione, dovranno stare attenti.

Le insidie sono dietro l'angolo, ma il Cagliari sa come annientarle. 

Condividi su:

Seguici su Facebook