Mazzarri: "Contro l'Empoli dobbiamo dare l'anima"

"Gara difficilissima, ci servirà il nostro pubblico"

pubblicato il 21/09/2021 in Conferenze Stampa da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2021

Alla vigilia della sfida di campionato contro l'Empoli, il mister del Cagliari Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa sul match di domani.

Ecco le sue dichiarazioni:

Dobbiamo essere sempre aggressivi. Domenica siamo stati pericolosi una volta entrati in possesso di palla, abbiamo creato sei-sette occasioni da gol contro uno squadrone come la Lazio.

Dovremo essere magari più cinici e cattivi sotto porta, tradurre in gol le palle gol create: sotto questo aspetto dobbiamo migliorare.

Turn-over? Con tre partite in otto giorni, bisognerà verificare le condizioni fisiche di tutti. Ieri chi è stato impiegato di più in gara ha svolto un defaticante, dovrò parlare con i medici e i preparatori, oltre che con i calciatori stessi, per individuare chi mi potrà offrire maggiori garanzie. Chi è stato schierato domenica in condizioni non ottimali potrebbe pagare qualcosa”.

Il calcio moderno richiede che gli attaccanti partecipino alla fase difensiva: i nostri a Roma hanno lavorato per la squadra. È importante che tutti si trovino nella condizione di segnare, non solo le punte.

Domenica sono arrivati in zona gol giocatori come Dalbert e Nandez. I movimenti degli attaccanti favoriscono la cultura della vittoria di squadra, che segnino loro o qualcun altro conta poco, importa solo che il Cagliari vinca.

Dopo la sostituzione, Caceres è stato magnifico: mi ha aiutato dalla panchina come se fosse stato un mio collaboratore. Stesso discorso per Pavoletti: ai ragazzi più esperti ho chiesto di seguire il gruppo, ma questo è lo spirito che voglio in tutta la squadra.

Bisogna sostenersi l’un l’altro, sia in campo che fuori. Mi pare che da questo punto di vista siamo partiti col piede giusto.

L’Empoli è una società importante, con un allenatore che ha inculcato la cultura del gioco. Una compagine difficile, ha perso tre partite in casa, ne ha giocata una sola in trasferta ed è andato a vincere sul campo della Juventus: questo dato deve farci tenere alta la soglia dell’attenzione.

Sarà una partita difficilissima, dovremo mostrare la stessa adrenalina in fase difensiva di domenica scorsa per evitare che l’Empoli esprima il proprio gioco.

Pensiamo partita per partita, senza guardare la classifica, ma la mentalità che voglio vedere dalla squadra deve essere sempre quella: aggressività in difesa, velocità in fase di transizione e concretezza sotto porta.

Giochiamo in casa, spero che i tifosi possano darci una grossa mano. Si è visto all’Olimpico quanto sia stato importante il loro contributo.

Noi dovremo dare anima, cuore e qualcosa di più per prevalere sull’avversario, ma abbiamo bisogno che i tifosi trasmettano ai ragazzi la stessa determinazione che cerco di dare io: devono essere un valore aggiunto sino all’ultimo secondo di gioco. Una squadra che deve crescere nel tempo come la nostra ha assolutamente bisogno della carica del pubblico”.