Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Non basta il primo tempo: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, travolto 4-0 dalla Juventus

Condividi su:

Olsen: 5. Neutralizza comodamente i tiri di Ramsey e Ronaldo, esce poi con i pugni per allontanare la minaccia, mentre è strepitoso sul colpo di testa di Ronaldo (tuttavia in fuorigioco). Salvato dalla traversa colpita di testa da Demiral, capitola senza avere responsabilità in occasione del gol di Ronaldo. Con un doppio miracolo evita il 2-0, si oppone bene anche su un calcio di punizione di Dybala, ma cade sotto i colpi di Ronaldo (rigore), Higuain e ancora del portoghese.

Cacciatore: 4.5. Effettua troppi passaggi in orizzontale, preda dei bianconeri, prediligendo il “calcione” piuttosto che il dialogo. Soffre gli straripanti avversari, superiori tecnicamente (Dal 60’ Faragò: s.v.)

Walukiewicz: 5.5. All’esordio in campionato, viene sovrastato da Demiral, che svetta parecchio alto colpendo la traversa. Nella ripresa è sorpreso dal passaggio killer di Klavan, facendosi anticipare da Ronaldo che porta in vantaggio i suoi. Fatica a contrastare il portoghese, mentre ha il merito di evitare che il passivo sia ancora più ampio salvando sulla linea un appoggio di Higuain.

Klavan: 4.5. Si oppone a una conclusione avversaria ravvicinata di Ronaldo. Regala il vantaggio alla Juventus passando orizzontalmente la palla che viene rubata da CR7, e mette lo zampino anche sul gol di Higuain, con una deviazione che beffa Olsen.

Pellegrini: 5. Poco attento, non punge come vorrebbe in fase offensiva e ha un cliente complesso come Cuadrado. In area effettua una svirgolata che mette in difficoltà Klavan. È però provvidenziale in chiusura di testa, evitando che la palla finisca a Ronaldo. Nella ripresa prova a spingere con maggiore frequenza, tuttavia non basta.

Nandez: 4.5. Praticamente inesistente, viene surclassato fisicamente e non riesce ad essere incisivo in nessuna fase.

Cigarini: 5. Circondato dalle maglie bianconere, commette qualche errore nello stretto ma è bravo a chiudere, fino a quando lo strapotere bianconero emerge in tutta la sua forza (Dall’85’ Oliva: s.v.)

Rog: 5. Dinamico, offre anche un aiuto in difesa. Se in ritardo, commette fallo, come quello su Dybala che conduce al rigore juventino.

Nainggolan: 6. Pressa e recupera molto bene palla come solo lui sa fare. Servito da Simeone perde la coordinazione e calcia malamente. Prova il tiro, pericoloso, senza impensierire il portiere, ma la sensazione è che sia l’unico a suonare la carica.

Joao Pedro: 5.5. Spende tantissime energie e tiene in campo in modo incredibile un pallone che pareva perduto. Rimedia un giallo per un intervento ruvido. Il palo gli nega il gol dopo una grande girata.

Simeone: 5.5. Come Joao Pedro, non si risparmia nella corsa e quando può fa partire il contropiede. Servito da Nainggolan, colpisce di testa ma la palla sbatte sulla traversa (Dall’80’ Cerri: s.v.)

All. Maran: 4-. Imposta la partita cercando di non prenderle prima che darle. Il problema è che così facendo la squadra si schiaccia tremendamente, subendo per tutto l’arco del match l’iniziativa della Juventus e crollando vertiginosamente nella ripresa. Dovrà essere bravo nei prossimi giorni a rinvigorire i suoi dopo una debacle difficile da digerire.

Condividi su:

Seguici su Facebook