Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Poker di sconfitte: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, sconfitto 2-0 dal Milan

Condividi su:

Olsen: 6-. Sicuro nelle prese sui cross e nelle uscite, si salva con i piedi sul tiro di Hernandez. Miracoloso sul colpo di testa di Ibrahimovic che accarezza il palo opposto. Beffato dalla deviazione di Pisacane sul tiro di Leao e leggermente in ritardo sulla rete del raddoppio di Ibrahimovic.

Faragò: 5.5. Sale con meno costanza rispetto a Pellegrini, ma serve buoni cross. Eppure, nonostante il grande impegno, soffre tremendamente le sortite rossonere.

Pisacane: 5.5. Spazza senza troppi fronzoli e gioca d’anticipo su Ibrahimovic, venendo però costretto al fallo dopo una grande giocata dello svedese. Sfortunatissimo sul tiro di Leao: la sua deviazione beffa Olsen.

Klavan: 6-. Nessun errore particolare, ma la sensazione è che non riesca a contrastare con efficacia Ibrahimovic. Sul 3-0 (annullato per fuorigioco) si fa sovrastare con troppa facilità.

Pellegrini: 6. Si libera alla grande di Calabria e mette in mezzo ottimi cross, che tuttavia non vengono sfruttati Ammonito per un’entrata su Castillejo.

Nandez: 5+. Quando vede Donnarumma fuori dai pali per poco non lo beffa con un tiro insidioso: il portiere riesce a smanacciare. Rimedia in giallo per un intervento duro, e nella ripresa si spegne, mostrando un evidente calo di forma (Dal 75’ Ionita: 5. Il cross mandato malamente in curva è la sintesi della sua prestazione

Cigarini: 5.5. Cerca l’anticipo su Bennacer ma viene ammonito. Non riesce a contrastare Ibrahimovic in occasione del gol del 2-0.

Rog: 6+. Determinante nel recupero palla, percorre tutto il campo per fermare un’avanzata di Leao e si rende protagonista di ottimi numeri. Peccato che predichi nel deserto (Dal 75’ Castro: s.v.).

Nainggolan: 5. Molto mobile, effettua un’apertura perfetta. Purtroppo crolla vertiginosamente, complice anche una squadra che certo non lo aiuta. Dal capitano ci si sarebbe attesi di più.

Joao Pedro: 6-. Utile nel pressing, recupera un pallone lanciando Simeone. Male quando fallisce lo scambio con Nandez che avrebbe portato l’uruguaiano a tu per tu con il portiere avversario. Bravo quando aiuta in fase difensiva, guadagnandosi una risicata sufficienza.

Simeone: 5.5. L’asse con Pellegrini pare - almeno all'inizio - funzionare bene: un colpo di testa dell’argentino non impegna Donnarumma. Anche la rovesciata provata non va. Da sottolineare il fatto che non riceva tanti palloni giocabili (Dal 69’ Cerri: 5. Non riesce a tenere palla e prova invano a battersi con i difensori milanisti).

All. Maran 5. Nessun tiro in porta degno di nota, una preoccupante sterilità offensiva e un’inspiegabile involuzione nel gioco che oramai dura da qualche giornata. Il mister deve capire rapidamente cosa c’è che non va e risolvere al più presto i problemi.

Condividi su:

Seguici su Facebook