Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lopez: "Le finte di O'Neill e Shevchenko cadde a terra stordito"

"Che boato al Sant'Elia! Mai vista una cosa del genere"

Condividi su:

Fabian O'Neill compie oggi 44 anni. Per omaggiarlo, ecco Diego Lopez che, intervistato da gianlucadimarzio.com, racconta le gesta del suo celeberrimo connazionale.

Ecco le sue dichiarazioni:

"Ricordo benissimo Cagliari-Milan nella stagione 1999-2000. Fabian puntò nell'uno contro uno Shevchenko, iniziò a danzare sul pallone, poi una.. due.. e poi tre finte e Sheva, stordito, cadde... e il Sant'Elia fece un boato, mai vista una cosa del genere.

Sicuramente Fabian era il giocatore da grandi match. E' stato uno dei giocatori uruguaiani più forti e non solo. Oggi nell'albiceleste ci sono fuoriclasse come Cavani e Suarez, ma se parliamo di giocatori completi, Fabian è decisamente una spanna sopra tutti.

Lui era trequartista, ma la sua esplosione avvenne come play-maker sotto la gestione di Ventura, tanto da essere acquistato dalla Juventus. Fabian aveva tutto: giocate, tecnica, classe. Fuori dal terreno di gioco era un ragazzo straordinario.

Se sono rimasto a Cagliari a vita, lo devo sicuramente a lui. Dopo appena sei mesi, ero vicino al passaggio al Siviglia. Arrivato alla Juventus, si infortunò praticamente subito. Ai mondiali del 2002 non giocò per un problema al tendine d'Achille. Per la Juve e per la Nazionale fu una grossa perdita: poteva definitivamente spiccare il volo".

Condividi su:

Seguici su Facebook