Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cagliari, i tifosi non hanno dubbi: "Svolta o retrocessione"

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Verona-Cagliari

Condividi su:

Il Cagliari complica la sua classifica andando a perdere sul campo di un Verona in piena crisi, contestato dai tifosi e con un tecnico, Pecchia, ad un passo dell’esonero.

La partita finisce 1-0. Ora sono solo due i punti che separano la squadra di Lopez dal Crotone terzultimo.

Come ogni dopo-gara abbiamo chiesto ai tifosi che ne pensano della prestazione dei sardi.

Vi lascio ai commenti, buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Paolo: "La prestazione? Una vergogna totale! Oggi è stato superato il limite, che vadano tutti fuori dalle scatole!"

Lorenzo: "#ViaLopez".

Marco: "C'è qualcosa che non va dentro lo spogliatoio. La partita di oggi ne è stata la dimostrazione, è inaccettabile un atteggiamento del genere da parte di tutta la squadra. TUTTA. Si stanno giocando una salvezza, è assurdo, ormai non c'è davvero più niente da dire".

Fabrizio: "Non c'è più niente da commentare. I giocatori ci sono ma non si impegnano, non ascoltano l'allenatore o l'allenatore non ha idea di cosa voglia dire allenare una squadra. Ci vuole un allenatore serio: Lopez, sei stato il nostro capitano, ma fatti subito da parte".

Gualtiero: "Dopo aver visto giocare il Benevento, il Chievo e il Crotone dico che ci meritiamo la serie B, Lopez sta dimostrando di non essere all’altezza della categoria. Oggi (e non solo oggi!) l'Olbia di Bernardo Mereu avrebbe fatto più bella figura!".

Sebastiano: "Vorrei sapere da Giulini se rifarebbe le stesse scelte di mercato di qualche mese fa, sarei elettrizzato nel sentire la risposta. La partita comunque è stata degna della miglior tragicommedia!".

Felice: "Giulini è l'unico responsabile, la sua gestione in questi quattro anni è stata fallimentare. Venda, che è meglio".

Cristina: "Oggi ho seriamente pensato che la squadra non voglia Lopez: era imbarazzante, i giocatori molli, privi di anima. Lopez voleva un pareggio e, come spesso capita, le ha prese anche oggi. Pena e tanta, tanta, delusione".

Marco: "Prestazione? Perché, il Cagliari oggi ha giocato? Oggi avrei venduto anche Barella e comprato direttamente una nuova squadra".

Laura: "Che delusione, che schifo".

Walter: "Se non si cambia l'allenatore sarà serie B. I giocatori sono incapaci di fare tre passaggi di fila e sono senza grinta, sembra che stiano aspettando l'avvicendamento dello pseudo tecnico".

Fabrizio: "C'è poco da dire, gli altri hanno avuto un rigore dubbio, secondo me, ma comunque la fortuna è lontana e il gioco inesistente, purtroppo".

Natalino: "La società è tutta da rifondare, giocando così non si va da nessuna parte, la serie B è sempre più vicina. Sinceramente mi sta passando la voglia di tifare Cagliari, una squadra senza identità. Sono deluso e sto pensando di disdire l'abbonamento a Sky. Che vergogna per noi sardi!".

Pierfranco: "Sicuramente la mossa Cossu poteva risparmiarsela. Io avrei tolto Ionita per Cigarini, visto che era in panchina, e avrei spostato Barella nel suo ruolo. Però così non è stato e abbiamo fatto i conigli...".

Luciano: "La colpa è anche di Giulini, che ha costruito una squadra di serie B, quindi cosa si pretende? Ci vorrebbe una scossa, bisogna esonerare Lopez e tentare il tutto per tutto con un altro allenatore: ma non Rastelli, per carità".

Carmen: "Stiamo colando a picco in serie B. Che si vergognino tutti, dal Presidente all'ultimo giocatore. Come si fa, per 95' minuti, a insistere sempre con i lanci lunghi?".

Mauro: "Io penso che oggi non avremmo dovuto perderla ma, visto l'atteggiamento dimostrato, ce lo siamo meritati perché senza idee di gioco reali, e senza una panchina decente, non si può pretendere molto di più. Miangue è stato inguardabile, Ionita idem eppure, appena è arrivato Lopez, non eravamo così scandalosi. Mah, comunque sempre forza Casteddu".

Claudio: "Si fanno dei lanci lunghi alla 'viva il parroco' come ai mie tempi, ma noi non avevamo l'allenatore... proprio come oggi!".

Giuseppe: "Non sono mai stato critico ma oggi il Cagliari è stato penoso, scarico e senza grinta. Dove vogliamo andare così? In campo ci vuole grinta se si vuole raggiungere la salvezza".

Luisella: "Ho definito il Cagliari come una squadra di cialtroni. Sono senza idee, senza grinta e senza orgoglio. E qui mi fermo".

Blog Cagliari Calcio 1920 (Fan Page)

Sandro: "A vedere Spal, Chievo, Crotone, Benevento, Verona e Cagliari, pur amando il Cagliari, devo sinceramente ammettere che meritiamo l'ultimo posto! C'è poco da dire, la squadra non segue un filo logico, è senza la cattiveria e la grinta giuste, senza l'onore di essere fieri di indossare i colori rossoblù, in primis l'allenatore, che è senza attributi! Provo delusione e rabbia totali".

Massimiliano: "Il tempo è scaduto per Lopez, il DS e i giocatori, sono indegni di rappresentare i nostri colori! La società è concentrata su altro, non sulla squadra allestita quest’anno".

Sergio: "Ma questo grande difensore d'esperienza come Castan rispeditelo a Roma, gente così scarsa si trova anche in Eccellenza. Tutti palloni erano tesi a cercare la testa di Pavoletti che non c'è, mai un'azione corale, mai un tiro in porta; forse è meglio retrocedere. Giulini vattene via, da che sei arrivato hai fatto solo danni. A te interessa lo stadio per i tuoi introiti, mentre del Cagliari non te ne frega niente!".

Franco: "Se per caso dovessimo riuscire a salvarci non voglio più vedere almeno 3/4 di squadra, l'allenatore e il DS. Giulini, trova una scusa e vendi il Cagliari: tifo per questa squadra dal '70 e mai come in questi 4 anni ogni partita è diventata una disperazione. Le scuse son finite".

Vincenzo: "Sono stati inguardabili, si vede tutta la scarsa competenza calcistica di Giulini, incapace di costruire una squadra competitiva. Sinceramente ho perso la voglia di seguire il Cagliari".

Sergio: "Questa squadra non è più giudicabile, tutto il negativo possibile è stato detto. Piuttosto, vorrei dire qualcosa sul da farsi: è inutile sostituire Lopez adesso. Il Presidente ci metta la faccia e cominci a tenere le redini della situazione, facendo intendere che tutti sono sotto osservazione e nessuno è sicuro del rinnovo. Esiga poi dall'allenatore un cambio di uomini e schemi, facendo ricorso a tutte le risorse disponibili senza più garanzie di intoccabilità per nessuno dei titolari. Preferisco un Ceter inesperto, che fa a sportellate in campo, piuttosto che uno esperto come Sau o Cossu, che non reggono uno spintone e ripetono ormai stancamente il copione di giravolte e finte a cui non abbocca più nessun difensore".

Massimiliano: "La squadra è senza mordente, senza idee e senza voglia, così non si vince! Vorrei che Lopez mi spiegasse come si può vincere senza tirare in porta. Poi mi dispiace, ma sono stufo di vedere Sau in campo ormai è un ex giocatore. Comunque sempre forza Cagliari".

Arnaldo: "La pochezza tecnica della squadra e dei due allenatori è impressionante, per non parlare del DS Rossi. Perché non chiamano uno esperto come Reja per salvare la stagione?".

Augusto: "Lopez non andava nemmeno chiamato per sostituire Rastelli. Non sa allenare. Ora invece sembra che la squadra andrà in ritiro con lui. Per fare cosa? Bisogna cambiare subito. Se non richiama Rastelli, che è ancora sotto contratto, Giulini chiami Pulga. È lui che ci ha salvati quattro anni fa, quando era in panchina con Lopez. Ma era lui che decideva tutto ed è uno che capisce di calcio, a differenza di Lopez. Oltretutto è molto legato al Cagliari".

Ziu: "Siamo la peggior squadra della seria A, siamo senza attributi e orgoglio, nessuno merita la sufficienza e praticano un gioco talmente elementare che neanche in seconda categoria può funzionare. Lopez, se vuoi bene al Cagliari, dai le dimissioni".

Condividi su:

Seguici su Facebook