Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Rastelli: "A Milano per fare una grande gara"

"Mercato? Ho fiducia nel Presidente e nel Ds"

Condividi su:

Cagliari in campo contro il Milan domani in quel di San Siro per la seconda gara di campionato. Sfida complessa per i rossoblù di Rastelli che stamani dopo l'allenamento della mattina incontrerà alle 11:45 i media.

Seguiremo l'evento in diretta grazie alla nostra inviata ad Asseminello, Alexandra Atzori.

Amici sportivi buongiorno da Asseminello. Un saluto da Alexandra Atzori: ecco il mister ed ecco le sue dichiarazioni:

Volevo mandare un messaggio alla popolazione di Ischia, ci tenevo a farlo. Abbiamo iniziato la settimana con entusiasmo e la consapevolezza che abbiamo tenuto testa alla Juve e con la certezza che con un pizzico di fortuna in più saremmo potuti andare al risposo in parità. Abbiamo preparato la gara bene e vogliamo fare una grande gara. 

Vogliamo essere una squadra propositiva e non rinunciataria, consapevoli che con queste grandi squadre non puoi fare tutto quello che vuoi, quindi devi stare attento e sfruttare le occasioni che capitano.

Noi dobbiamo mantenere la nostra identità sempre a prescindere dall'avversario, come abbiamo fatto l'anno scorso nella prima parte di stagione. Solo avendo la nostra identità possiamo fare gare importanti, soprattutto con quelle più alla nostra portata.

Il Milan è più rodata rispetto alla Juve perche ha giocato più gare ufficiali, fanno le cose a memoria ed è migliorato per quanto riguarda il tasso tecnico e la personalita.

È una squadra propositiva con tanti giocatori che attaccano, hanno un'idea di gioco ben definita, sono aggressivi nel recupero palla e per questo dovremo essere bravi nell'atteggiamento e nella gestione della palla.

Dall'inizio della stagione lo dico: vedo nei ragazzi tanta voglia e tanta volontà di migliorare. Quando sappiamo come combattere l'avversario le cose diventano più semplici.

Deiola e van der wiel non convocati. L'olandese ha una piccola distorsione rimediata l'ultima settimana che ha giocato in turchia.

È arrivato un giocatore di grandi qualità e ha grande personalità. Nello stesso ruolo ho giocatori duttili come Padoin e Faragò, che mi ha dato risposte positive. Per questo è importante avere giocatori che possono fare più ruoli in caso di necessità.

Ho la fortuna di lavorare in una piazza importante e in una grande società. Ho fiducia nel presidente e nel DS che sono sicuro faranno di tutto per rendere competitiva la squadra.

Ho parlato a lungo con van der wiel per spiegargli cosa vuol dire giocare in Italia e sapere cosa pensasse lui. Ha giocato in molti paesi ed è importante che sia arrivato con la testa giusta.

Mercato? Sono concentrato sul Milan, io devo fare l'allenatore.

Questa settimana è stata ottima, cosi come la scorsa, è stata una settimana positiva e importante e sabato abbiamo visto che i ragazzi si sono allenati bene. Ovviamente noi allenatori non vediamo l'ora che arrivi il 31 agosto perché la testa dei giocatori è inevitabilmente distratta.

Il Var? Ci sono state comunque delle sbavature ma sono certo che tante polemiche di elimineranno. Sabato mi è piaciuto l'atteggiamento sia nostro che della Juve, che ha accettato il verdetto.

Sau? Può far tutto, è una nostra bandiera e uno dei nostri capitani. Non è ancora partito titolare ma avrà tante occasioni.

Il nostro rigorista è Joao, poi tira chi se la sente. Chi tira un rigore può sempre sbagliare, come è successo a farias, ma non ne ha risentito e non è da quello che si giudica un giocatore.

Condividi su:

Seguici su Facebook