Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Maran: "Possiamo mettere in difficoltà l'Atalanta: per i nuovi serve tempo"

"Domani voglio vedere la squadra che ho visto nel 90% delle partite"

Condividi su:

Mercato chiuso, parola al campo. Domani (lunedì ore 21:00) il Cagliari proverà a muovere la classifica alla Sardegna Arena contro l'Atalanta.

Per i rossoblù di Maran si registra una sola vittoria nelle undici paritte, situazione quasi dimenticata dalla piazza per via dei numerosi inserimenti in rosa negli ultimi giorni di mercato. 

E sarà interessante comprendere se qualcuno di neo rossoblù potrà scendere in campo contro la Dea. Squadra in ritiro, Maran parlerà in conferenza stampa alle 12:30.

Amici sportivi buongiorno da Alexandra Atzori, tra poco (12:30) la conferenza stampa di Maran. Restate con noi.

C'è grande curiosità circa la formazione che scenderà in campo contro l'Atalanta, c'è qualcuno dei nuovi arrivi che può giocare dal primo minuto? Ed in particolare, può essere Pellegrini?

Pochi minuti e si comincia, la squadra, lo ricordiamo, è in ritiro ad Asseminello. 

Si comincerà con qualche minuto di ritardo, attendiamo.

Eccoci nella nuova sala stampa di Asseminello, tra poco si comincia.

Eccoci, si comincia, ecco le dichiarazioni di Maran:

"Non do voti a nessuno sul mercato, non sono professore: la società ha accontentato chi non voleva stare piú perchè deve rimanere solo chi ha voglia di lottare per questa maglia. La società ha lavorato in esperienza e in prospettiva, la maggior parte dei nuovi arrivati deve ritrovare il campo, a parte cacciatore che ne avrà per un po'.

La società ha fatto ciò che è possibile fare nel mercato di gennaio, ho cercato di sfruttare questo ritiro per fare tanti allenamenti e capire cosa possono già darci nell'immediato i nuovi.

Probabilmente neanche Oliva sarà a disposizione per via anche del lungo viaggio che ha dovuto fare. Dovrò valutare gli altri nuovi, sicuramente stanno tutti bene ma dovrò valutare in che modo e tempo inserirli.

Le partite sono tutte difficili e in questo momento l'avversario peggiore che ci potesse valutare è proprio l'Atalanta ma forse è meglio così. Avremo molte assenze ma dobbiamo essere bravi a tramutare anche questa nuova energia che viene dai nuovi per mettere tutto quello che abbiamo in campo e fare la prestazione che possiamo fare.

Cambio modulo? Abbiamo lavorato su molte situazioni e vedrò cosa fare, anche in vista dell'eventuale inserimento dei nuovi. Domani voglio vedere la squadra che ho visto nel 90% delle partite, anche perchè ci dimentichiamo che questa è la stessa squadra che ha fatto grandi prestazioni in passato. Da questo punto di vista dobbiamo fare il contrario di quanto fatto a Sassuolo.

Abbiamo dimostrato di avere le carte per mettere in difficoltà l'Atalanta, forse siamo quelli che nelle ultime gare l'hanno messa più in difficoltà. L'Atalanta coniuga qualità e corsa e dovremo fare una grande prestazione per batterla.

Io Théréau non l'ho mai allenato, ci tengo a precisarlo, ma secondo me può fare la prima e la seconda punta, secondo me rende meglio come seconda. Despodov è un giocatore frizzante e agile, ha giocato come esterno e come punta, mi pare sia arrivato con il piglio giusto. Sia lui che Oliva hanno fatto anche questi giorni con noi. Voglio conoscerli bene però e non voglio ancora sbilanciarmi.

Padoin era partito a centrocampo questa stagione e sia lui che Faragò possono darmi qualcosa anche più avanti con l'arrivo di Pellegrini e Cacciatore".

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook