Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

VITTORIA VISTA SALVEZZA!

Faragò-Pavoletti: il Cagliari batte (nonostante Banti) la Spal 2-1. La cronaca

Condividi su:

Il Cagliari, reduce dalla sconfitta incassata contro la Juventus nel turno infrasettimanale, riceve alla Sardegna Arena una Spal rilanciata da tre vittorie consecutive, di cui due di prestigio (Roma, Lazio), che vorrà proseguire nella propria marcia verso la salvezza. I rossoblù, esclusa la brutta partita contro i bianconeri, stanno attraversando forse il proprio migliore momento stagionale dal punto di vista fisico e tattico; i biancoazzurri invece, per ammissione dello stesso Semplici, arrivano all'appuntamento un po' scarichi ma cercheranno comunque di portare a casa l'intera posta o almeno un punto. All'andata il match terminò 2-2: doppio vantaggio ferrarese e poi la rimonta degli uomini di Maran firmata Pavoletti-Ionita.

Cagliari-Spal: statistiche Opta (Eurosport)

Questo sarà il decimo confronto in Serie A fra Cagliari e SPAL: bilancio di quattro vittorie per i sardi contro due per i ferraresi, completano tre pareggi.

Il Cagliari ha realizzato sei reti nelle ultime tre partite di Serie A contro la SPAL (esattamente due a gara): tante quante nelle precedenti sei sfide contro i ferraresi nella competizione.

Il Cagliari è imbattuto nei quattro precedenti casalinghi in Serie A contro la SPAL (3V, 1N) e ha subito solamente una rete nel parziale, realizzata da Orlando Rozzoni nel maggio 1967.

Il Cagliari non pareggia in campionato da 10 partite, nel parziale quattro vittorie e sei sconfitte per i sardi.

Il Cagliari ha perso l’ultimo match alla Sardegna Arena contro la Juventus, non infila due sconfitte casalinghe di fila in campionato da gennaio 2018.

La SPAL ha vinto le ultime tre partite di campionato: non è mai arrivata a quattro successi di fila in Serie A.

La SPAL arriva da un successo esterno in campionato (vs Frosinone): i ferraresi non infilano due vittorie di fila in trasferta in Serie A dal 1962.

Il giocatore del Cagliari Nicolò Barella ha messo a segno la sua prima rete nel massimo campionato proprio contro la SPAL, nel settembre 2017 allo stadio Paolo Mazza.

L’attaccante della SPAL Andrea Petagna ha segnato 12 gol in questo campionato, tre in più rispetto a tutte le sue precedenti stagioni in Serie A.

Sergio Floccari ha vinto sette sfide contro il Cagliari in Serie A: soltanto contro la Sampdoria ha ottenuto più successi (otto). L’attaccante della SPAL ha inoltre segnato cinque reti contro i sardi nel massimo campionato.

Cagliari-Spal: la vigilia di Maran e Semplici

Rolando Maran, tecnico del Cagliari, ha sottolineato come la sua squadra stia bene e non debba sottovalutare la Spal, formazione molto fisica e compatta:

"Dubbi per domani? Ho qualche valutazione da fare ma c'è ancora domani e voglio prendermi tutto il tempo per capire come stanno tutti quanti e non prendere decisioni affrettate. Pellegrini sta bene. La Spal? Troviamo una squadra che sta bene e viene da tre vittoria consecutive. Ma stiamo bene anche noi e nonostante il risultato di martedì, l'abbiamo dimostrato. Dobbiamo portare il fatto di star bene in campo. Non abbiamo giocato tre gare in una settimana ma in nove giorni, due giorni in più fanno la differenza. Contro la Juve credo ci fossero le energie giuste, ho rivisto la partita e mi ha confermato che giocare contro una Juve che era davvero tosta e ci ha concesso poco, per fare risultato contro queste squadre devi sperare che loro non siano al 100%. Noi avevamo l'atteggiamento giusto ma abbiamo subìto la loro fisicità.La Spal è una squadra molto fisica, copre bene il campo, concede pochi spazi, interpreta le gare in modo equilibrate. Dovremo avere pazienza e non andare in ansia se non troviamo spazi, questo creerà problemi, quindi servirà la carica agonistica giusta. La Spal ha giocatori bravi che sanno spingere e abbiamo lavorato sui loro punti forti e sui nostri. Lazzari è un buon giocatore, mancherà, ma non parlo degli avversari.

Leonardo Semplici invece ha raccontato come le tre vittorie di fila abbiano sì riportato entusiasmo nell'ambiente ma anche prosciugato completamente le energie di alcuni giocatori:

“Come sta la squadra? I ragazzi sono un po’ stanchi ma è normale, quando giochi tre partite ravvicinate spendi tanto: abbiamo speso tanto sotto l’aspetto fisico e sotto l’aspetto mentale. Domani bisognerà fare delle scelte piuttosto attente, cercherò di mettere in campo una squadra che possa fare sotto l’aspetto fisico una prestazione importante. Affronteremo una squadra che secondo me è ottima, specialmente in casa, dove ha perso con la Juventus ma riesce sempre a tirar fuori delle grandi partite. Se vogliamo tirar fuori un risultato positivo dovremmo essere nella migliore condizione per affrontarli come facciamo di solito. Domani ci sarà qualche variante in più, molti hanno speso veramente tanto e stiamo valutando con lo staff alcune scelte per cercare di presentare una squadra che possa fare una bella prestazione. I giocatori più stanchi? Bisognerebbe che li cambiassi tutti e undici ma non è possibile, quindi dovrò valutare alcune situazioni singole per cercare di mettere in campo una squadra equilibrata, di corsa e personalità, per fare una bella gara. Lazzari? Lo sostituirà Dickmann. La partita di martedì? Mi ha lasciato la consapevolezza che la squadra ha trovato continuità, mi auguro abbia trovato quella convinzione che in queste otto partite finali ci possa far fare il salto. Abbiamo trovato un’identità di gioco nelle due fasi abbastanza positiva, non dobbiamo rilassarci ma continuare a lavorare perché non abbiamo ancora fatto niente. Questo tipo di risultati ci devono dare forza e convinzione. Anzi, ho cercato di limitare l’entusiasmo che c’è dopo tre vittorie di fila altrimenti se non siamo al top rischiamo di uscire in malo modo dallo stadio della squadra che affronteremo. Questo non deve accadere perché noi non possiamo mollare niente mentalmente. Maran? Col Chievo ci facemmo gol da noi, poi il secondo tempo non fu positivo. Indipendentemente da questo, penso che sia un bravo allenatore, allena positivamente le sue squadre, sia col Chievo che col Cagliari ha fatto un buon lavoro. Bisognerà stare attenti alle loro qualità, del mister e della squadra, che sicuramente in casa riescono a fare delle prestazioni importanti. Il reparto difensivo? Abbiamo migliorato sotto quest'aspetto ma non solo la linea difensiva, tutta la squadra. Riusciamo a difendere in maniera migliore, più attenti, abbiamo limitato qualche errore singolo. Andiamoci piano, è giusto avere un certo tipo di entusiasmo ma noi dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché qui si fa alla svelta a esaltarsi o deprimersi. Vado di partita in partita, bisogna ricaricarsi e affrontare il Cagliari con grande rispetto perché è una signora squadra e bisognerà fare una grande partita per portare a casa il risultato".

Cagliari-Spal: i precedenti della sfida

Domani il Cagliari affronterà la Spal. Sono 6 i precedenti, fra Serie A e B, tra le due squadre: 3 le vittorie rossoblù e altrettanti i pareggi, con 8 reti marcate dai cagliaritani e appena una dai ferraresi.

Cagliari-Spal: la designazione arbitrale

Rese note le designazioni arbitrali, alla Sardegna Arena la gara tra Cagliari e Spal verrà diretta da Banti. Sarà coadiuvato da Bindoni e Paganessi, quarto uomo Pezzuto. Al Var Di Bello e Costanzo.

CAGLIARI-SPAL: LE FORMAZIONI UFFICIALI

Cagliari: Cragno, Pellegrini, Cacciatore, Romagna, Ceppitelli, Faragò, Cigarini, Barella, Ionita, Joao Pedro, Pavoletti. All.: Maran

Spal: Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe; Dickmann Schiattarella, Missiroli, Kurtic, Fares; Paloschi Antenucci. All.: Semplici.

Gentili lettori di BlogCagliariCalcio, buon pomeriggio da Antonello Cossu e benvenuti alla cronaca testuale di Cagliari-Spal, match valido per la 31^ giornata di Serie A.

Nel pre partita di Cagliari-Spal ha parlato Artur Ionita, ecco le sue parole riportate da TMW: "Sicuramente prima di tutto sarà una gara molto dura dal punto di vista fisico e di contatto. Le seconde palle saranno fondamentali, siamo pronti analizzando tutti i punti forti delle squadre".

Le squadre hanno ultimato il riscaldamento e sono rientrate negli spogliatoi, il calcio d'inizio del match è fissato tra 9 minuti circa.

Prima di cominciare si osserva un minuto di silenzio in ricordo delle vittime del terremoto che colpì l'Acquila ormai dieci anni fa.

1' PARTITI! BANTI DA IL VIA AL MATCH, E' COMINCIATA CAGLIARI-SPAL!

2' Il Cagliari parte forte e trova subito il primo calcio d'angolo del match su cross di Pellegrini.

3' VANTAGGIO CAGLIARI! FARAGO' BATTE VIVIANO SFRUTTANDO UNA RIBATTUTA MALDESTRA DEL PORTIERE SPALLINO SU UN GRAN TIRO DI BARELLA. 1-0 PER I SARDI AL PRIMO AFFONDO!

6' Joao Pedro sbaglia un controllo semplice e si appoggia sull'accorrente Faragò: Felipe chiude in corner. 

9' Cagliari molto prospositivo in questi primi minuti di partita, Spal stordita dallo svantaggio precoce.

12' Buona sgroppata di Fares sulla sinistra e palla invitante in mezzo, chiude Romagna.

14' Grande azione sull'asse Ionita-Pellegrini, Felipe è bravo a deviare in angolo il traversone pericoloso del terzino ex Roma.

16' Cragno si rifugia in corner dopo un tocco sospetto di Ceppitelli in arretramento.

17' On field review per Banti: il direttore di gara, chiamato in cuffia dal VAR, assegna un calcio di rigore per fallo di mano del capitano rossoblù.

18'    Ceppitelli viene anche ammonito, primo giallo del match.

18' Pareggio di Antenucci dal dischetto! 1-1 alla Sardegna Arena, segna il capitano spallino Mirko Antenucci.

21' E' cambiato il copione della partita: ora il Cagliari fa fatica ad impostare azioni d'attacco mentre la Spal ha rutrovato fiducia.

24'    Giallo per Dickmann, eccesso di foga su Pellegrini per l'ex Novara.

27' La grande intensità in campo rende la partita gradevole e aperta a qualsiasi risultato. Non si spezza l'equilibrio del match.

30'    Ammonito anche Cigarini che tocca il pallone con le mani dopo essere finito a terra senza alcun fallo di Paloschi.

32' Barella non calibra bene il lancio per il solito Pavoletti, pallone fuori misura.

35' Dieci alla fine del primo tempo: più Spal che Cagliari al momento, si è capovolta l'inerzia iniziale del match.

37' Pellegrini si lascia cadere dopo un presunto contatto in area avversaria, Banti lascia giustamente giocare.

38' Che rischio per la Spal! Dickmann va corto su Viviano che rinvia e viene colpito sulla punta del piede da Ionita. Gioco fermo per mermettere le cure mediche del portiere ex Fiorentina.

42' Fase calda della partita: Fares termina a terra a causa di uno scontro con Cigarini, il Cagliari mette fuori la sfera per permettere allo staff medico di soccorrere il giocatore.

45' 3 minuti di recupero.

48' TERMINA QUI IL PRIMO TEMPO. LE DUE SQUADRE TORNANO NEGLI SPOGLIATOI SUL PARZIALE DI 1-1, RISULTATO GIUSTO PER QUANTO MOSTRATO FIN QUI.

45' COMINCIA IL SECONDO TEMPO DI CAGLIARI-SPAL!

48' Pavoletti! La punta rossoblù spaventa la retroguardia ferrarese con la specialità della casa. Pallone alto.

50' Faragò ci prova ancora di testa! Cacciatore disegna un bel cross, il centrocampista stacca da solo ma spedisce il pallone fra le braccia di Viviano.

53' Fares spaventa il Cagliari con un traversone radente che attraversa tutta l'area di rigore e si perde sul fondo.

56'    Ammonito Felipe a seguito di un'evidente trattenuta su Joao Pedro.

58' Occasione pazzesca per Barella! Faragò fa la sponda per l'azzurrino che calcia al volo e trova la strepitosa risposta di Viviano; sul conseguente rimpallo il pallone rimane nella disponibilità dei giocatori spallini che guadagnano calcio di punizione.

59'    Cresce Barella e di conseguenza anche il Cagliari. Ammonito Fares per una trattenuta ai danni del 18 rossoblù.

60' CAGLIARI IN VANTAGGIO! CIGARINI METTE IN MEZZO DA FERMO, CEPPITELLI COLPISCE LA TRAVERSA DI TESTA E PAVOLETTI E' LESTISSIMO A RIBATTERE IN RETE IL PALLLONE SUL RIMPALLO. 2-1 CAGLIARI!

63' Reagisce allo svantaggio Semplici, primo cambio: fuori Kurtic e dentro Costa.

65' Seconda traversa del Cagliari! Ionita prende il tempo da dietro e svetta di testa, la sfera si schianta sul legno e poi sulla line viene spazzata da Missiroli.

68'    Ammonito Pavoletti che stende Antenucci impegnato in una ripartenza pericolosa.

70' Secondo cambio della Spal: fuori Dickmann e dentro Petagna.

72' Petagna! Il neo entrato si costruisce la prima occasione attraendo su di se la marcatura di due difensori rossoblù e calciando col sinistro, Cragno compie una grande uscita e smorza la conclusione, poi neutralizzata nei pressi della linea di porta da Cacciatore.

74' Primo cambio per Maran: dentro Bradaric al posto di Cigarini.

78' Seconda sostituzione per il Cagliari: fuori Joao Pedro e dentro Birsa.

79' Che salvataggio di Pellegrini! Fares crossa basso per Antenucci, il terzino ex Roma legge la situazione e si immola in chiusura.

80' Il Cagliari chiede un rigore per tocco di mano in area di rigore di Fares. Banti lascia proseguire, corner.

81' Pavoletti segna di testa da zero metri ma il gol viene annullato per fallo in attacco su Viviano! Più di qualche dubbio riguardo questa decisione di Banti

82' Terzo ed ultimo cambio per Semplici: Valoti rileva Schiattarella.

86' Maran sostituisce Ionita con Padoin, standing ovation per il centrocampista moldavo!

89' Semplici chiama dalla panchina il pallone su Petagna: la Spal si affida al suo bomber in questo finale.

90' 5 minuti di recupero.

91'    Giallo per Cacciatore, "fallo tattico" a spezzare un contropiede avversario.

95' FINISCE QUI! IL CAGLIARI BATTE 2-1 LA SPAL E SI PORTA A  QUOTA 36 PUNTI IN CLASSIFICA, SALVEZZA VICINISSIMA!

Buon proseguimento di serata da Antonello Cossu, rimanete collegati per le pagelle del Cagliari e le dichiarazioni dei protagonisti.

Condividi su:

Seguici su Facebook