Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Rastelli: "A Pescara per fare la partita"

Le parole del tecnico rossoblù in conferenza stampa

Condividi su:

Mattinata di lavoro per il Cagliari, che dopo aver svolto la rifinitura in quel di Asseminello si prepara ora alla partenza alla volta di Pescara dove domani giocherà contro la formazione abruzzese guidata da Massimo Oddo.

Tra pochi minuti ci sarà la conferenza stampa di Mister Rastelli, che seguremo live. C'è curiosità per capire se il tecnico rossoblù darà o meno indicazioni di formazione, così come sarà probabilmente la prima domanda quella circa le condizioni di Marco Sau, ieri rientrato in gruppo.

Sarà inoltre importante capire se il Cagliari che giocherà a Pescara punterà sull'attacco pesante schierando il duo Melchiorri-Cerri, oppure se il mister opeterà per una diversa soluzione magari avanzando sulla prima linea Farias e con Pedro trequartista.

Ad ogni modo, la banda Cagliari è attesa da una gara molto complessa e importante anche sotto il profilo emotivo per via dei tanti ex: Melchiorri, Salamon, Balzano, per loro non sarà una gara come le altre.

Massimo Rastelli sta per entrare in sala stampa: ci siamo quasi.

Telecamere e microfoni sono pronti, questione di minuti e si inizia.

Ecco il mister. Inizia la conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

"Il Pescara è una squadra costruita per lottare per i vertici, anche se loro dicono di voler raggiungere solo i playoff. Sono molto giovani ma molto bravi, hanno giocatori di esperienza che possono far da chioccia ai più giovani. Meritano rispetto.

In tutte le partite serve attenzione, ogni squadra è stata costruita con criterio e ha giocatori di qualità. Qualunque gara in questa serie può essere difficile, dipende anche da noi.

Noi dobbiamo avere la mentalità consapevole della propria forza e dobbiamo essere noi a fare la partita e a dettare i tempi, cercando di limitare le qualità degli avversari.

La settimana scorsa non abbiamo detto di all'infortunio di Sau perché non sapevamo se sarebbe stato bene il giorno dopo. Oggi è convocato perché si è allenato bene negli ultimi giorni, poi vedró quando usarlo.

Il sistema di gioco sarà il solito, anche se ho Giannetti fuori. Noi abbiamo giocatori che si adattano a diversi schemi e sono molto bravi, per poterli cambiare a gara in corso.

Non prevedo stravolgimenti, ma qualcosa cambierò. La squadra sta facendo bene e ho giocatori importanti in panchina che non voglio tenere troppo fuori.

João Pedro? Per me non è solo mezzala. Dipende dalla gara e dalle alternative che ho. Può darmi tanto sia in quel ruolo che come trequartista. Potrei anche cambiarlo di posizione a partita in corso.

La classifica non l'ho guardata, è troppo presto. Siamo soddisfatti delle prestazioni e dello spirito ma c'è da migliorare. Partita dopo partita cresceremo.

Munari ha sentito un leggero indolenzimento muscolare e non è convocato.

Arriverà il momento per Barreca, in cui crediamo tanto. A inizio campionato ho schierato quelli pronti e lui non lo era. Ma arriverà anche il momento in cui sarà pronto.

Cerri e Melchiorri possono giocare insieme. Federico si adatta bene con tutti i compagni ma si compensano bene. Cerri è più punta di riferimento e Melchiorri di movimento".

Si conclude così la conferenza stampa di Mister Rastelli.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook