Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

NOIA AL TARDINI: PARI TRA PARMA E CAGLIARI

Finisce 0-0

Condividi su:

Da parte di Antonello Cossu è tutto, un saluto e l'augurio di un buon proseguimento di serata ai lettori dalla redazione di www.blogcagliaricalcio.net. Rimanete collegati per le pagelle e le dichiarazioni dei protagonisti nel dopo gara.

95' Triplice fischio di Pezzuto: pareggio a reti bianche tra Parma e Cagliari che non si fanno del male e spartiscono la posta in palio.

93'     Ammonizione per Cornelius in seguito alle proteste vibranti dell'attaccante del Parma.

90' 5 minuti di recupero assegnati da Pezzuto.

89' Offside di Brunetta al termine di un'azione prolungata del Parma: respira il Cagliari.

86' Molta confusione in campo nelle fasi conclusive del match: stanchezza evidente in diversi giocatori e numerosi anche gli errori tecnici.

83' Ultimi due cambi per Di Francesco: fuori Lykogiannis e Sottil, dentro Carboni e Tramoni.

83' Brunetta! L'argentino ha una buona occasione dentro l'area ma si coordina male e non centra lo specchio della porta.

82' Otto minuti più recupero alla fine della partita: parziale ancora bloccato sullo 0-0, può ancora succedere di tutto.

79' Ceppitelli chiude in scivolata un suggerimento pericolosissimo di Cornelius per Hernani scongiurando il tiro del giocatore crociato. E' entrato bene in partita il capitano del Cagliari.

77' Sostituzione per Di Francesco: fuori Oliva e dentro Marin.

75' Contropiede fulmineo del Cagliari condotto sull'asse Nandez-Sottil, la difesa del Parma si chiude e recupera la sfera.

72' Triplo cambio nel Parma che termina così le sostituzioni: fuori Inglese, Karamoh e Gervinho, dentro Cornelius, Brunetta ed Hernani.

71' Cambio nel Cagliari: fuori Walukiewicz per un problema muscolare, dentro Ceppitelli.

69' Gervinho alto! L'ex Roma fa tutto bene saltando il diretto avversario e liberando il destro che però termina lontanissimo dalla porta.

68' Squadre lunghissime in questo frangente di gara: tra l'attacco e la difesa di entrambe le formazioni c'è tantissimo spazio.

67' Inglese! Destro dal limite dell'area per l'attaccante del Parma, Cragno respinge lateralmente con i palmi delle mani.

64' Corner guadagnato da Zappa, Sottil si sistema sulla abndierina.

61' Inglese spara alto da due passi! Gervinho va via a Zappa sulla sinistra, mette dentro un travesone perfetto su cui Inglese si avventa per primo ma calciando alto! Brivido per Cragno!

60' Conclusione di Sottil resa velenosa da una deviazione, Sepe non si fa sorprendere e blocca a terra.

59' Imprecisione di Nandez in rifinitura, Bruno Alves allontana il pallone con il sinistro.

56' Controllo di petto difettoso da parte di Simeone su un cross invitante di Lykogiannis, il pallone si perde sul fondo.

53' Kurtic prova il mancino dal limite dell'area dopo aver recuperato il pallone in zona pericolosa: tiro altissimo.

51' Ritmi non altissimi in queste prime battute della ripresa. Le due squadre vivono soprattutto di ripartenze: in una di queste Nandez crossa per Joao Pedro che colpisce di testa spedendo la sfera tra le braccia di Sepe.

47' Tiro di Simeone debole e centrale, blocca Sepe.

46' Conclusione innocua di Gagliolo, nessun problema per Cragno.

46' Inizia la ripresa del match, primo pallone mosso dal Parma.

Cambio nell'intervallo per Di Francesco: fuori Alberto Cerri e dentro Simeone.

47' Fine della prima frazione di gioco: reti bianche al Tardini tra Parma e Cagliari. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

45' 2 minuti di recupero assegnati da Pezzuto.

43' Sottil punta Iacoponi e tenta il traversone, il difensore si oppone con il corpo. Corner.

40' Poche idee in avanti per il Cagliari, i rossoblù non sono praticamente mai risuciti a mettere in difficoltà Sepe.

36' Meno di dieci minuti alla fine della prima frazione: parziale ancora bloccato sullo 0-0.

33' Arriva la smentita: Scozzarella è uscito per un problema fisico, nessuna bocciatura per il centrocampista.

32' Parma vicinissimo al vantaggio con Kurtic! Gervinho sfonda a destra, mette in mezzo un traversone per Kurtic che mette fuori col destro a pochi metri dalla porta! Brivido per i sardi!

31' Diversi errori tecnici nell'ultimo terzo di campo da parte del Cagliari, un po' imprecisi fin qui i rossoblù.

28' Secondo cambio nel Parma: fuori Pezzella per un problema muscolare, dentro Gagliolo.

25'     Primo cartellino giallo del match ai danni di Oliva in seguito ad un fallo su Gervinho.

23' Gol di testa di Osorio su assist di Inglese, quest'ultimo però si trovava in posizione irregolare al momento del suggerimento di Gervinho. Rete annullata, si rimane sullo 0-0.

21' Ottima chiusura di Walukiewicz sull'imbucata di Kurtic che altrimenti avrebbe permesso a Gervinho di presentarsi davanti a Cragno.

18' Clamoroso! Cambio nel Parma: fuori Scozzarella e dentro Sohm. Non sembrava che l'italiano avesse problemi fisici, scelta tecnica dunque quella di Liverani.

17' Il Cagliari pressa alto il Parma che ora palesa qualche difficoltà ad uscire dalle retrovie in maniera fluida.

14' Cerri abbattuto sulla trequarti difensiva del Parma, Pezzuto lascia correre con ampi gesti.

11' Cagliari che fa girare palla in cerca del varco giusto ma i gialloblù al momento si difendono con ordine.

8' Kurtic sventaglia bene sulla destra, Kukca prova il destro al volo ma Sottil chiude in ripiegamento. Angolo per il Parma.

5' Conclusione dalla distanza di Nandez, Sepe alza la traiettoria in calcio d'angolo.

4' Colpo di testa centrale di Kucka, Cragno blocca in due tempi.

3' Inizio a buoni ritmi del Parma, gli emiliani sfruttano soprattutto le corsie esterne per cercare di sorprendere i sardi.

1' Il match è iniziato! Primo possesso gestito dal Cagliari.

Squadre in campo, Parma-Cagliari sta per cominciare!

Buonasera da parte di Antonello Cossu e benvenuti alla cronaca testuale di Parma-Cagliari, match valido per la 12^ giornata di Serie A. Le due formazioni hanno raggiunto lo Stadio Ennio Tardini e tra non molto scenderanno in campo per effettuare il consueto riscaldamento pre partita. Calcio d'inizio fissato alle 20:45.


PARMA-CAGLIARI: LE FORMAZIONI UFFICIALI

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Osorio, Bruno Alves, Pezzella; Kurtic, Scozzarella, Kucka; Karamoh, Inglese, Gervinho.
Allenatore: Liverani.

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Marin, Rog; Nandez, João Pedro, Sottil; Cerri.
Allenatore: Di Francesco.

PARMA-CAGLIARI: PREVIEW E PROBABILI FORMAZIONI

Ora servono i punti e Di Francesco lo sa. Il tempo delle parole è concluso, il Cagliari piace e convince, ma ora è necessario raccogliere i frutti di quanto seminato. L'occasione si presenta subito, col turno infrasettimanale di campionato, che vede i rossoblù impegnati nella trasferta di Parma. Destini analoghi per le due squadre, reduci da una rimonta subita contro le milanesi: sponda nerazzurra i sardi, rossonera per gli emiliani, in doppio vantaggio contro il Milan e recuperati da una pazzesca doppietta di Theo Hernandez. Ad oggi Cagliari e Parma distano un solo punto in classifica, e la sfida di stasera si preannuncia come un vero e proprio scontro diretto.

Probabili formazioni

Parma (4-3-1-2): Sepe; Iacoponi, Osorio, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Hernani, Kurtic; Karamoh, Gervinho; Cornelius. All.Liverani

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis; Marin, Oliva; Nandez, Joao Pedro, Sottil; Pavoletti. All.Di Francesco

Arbitro: Signor Ivano Pezzuto di Lecce

Calcio d'inizio: mercoledì 16 dicembre 2020, ore 20.45, Stadio Ennio Tardini, Parma.

PARMA-CAGLIARI: STATISTICHE OPTA (Eurosport)

Il Parma ha vinto solo uno degli ultimi otto confronti contro il Cagliari in Serie A (3N, 4P) dopo aver vinto i precedenti tre; in queste ultime otto gare, i sardi hanno mantenuto la porta inviolata quattro volte.

Il Cagliari ha conquistato i tre punti nella trasferta contro il Parma lo scorso campionato e potrebbe vincere due sfide esterne di fila in Serie A contro i ducali per la prima volta da gennaio 2011.

Il Parma ha perso solo una delle ultime sette partite di Serie A (1V, 5N), dopo aver perso tre delle prime quattro nel torneo in corso (1V).

Il Parma ha pareggiato le ultime tre partite interne di Serie A e non ha mai infilato quattro pareggi consecutivi in casa nella competizione.

Il Cagliari ha vinto solamente due delle ultime 20 trasferte di Serie A, registrando ben 10 sconfitte nel parziale (8N).

Il Cagliari ha segnato 18 gol in questo campionato, solo due volte nella sua storia ha fatto meglio dopo le prime 11 gare stagionali di Serie A: 19 nel 2016/17 e 26 nel 1968/69.

Il Cagliari è la squadra che ha subito finora più gol da fuori area in questa Serie A (sei) - l'ultimo tuttavia quello di Musa Barrow il 31 di ottobre.

Roberto Inglese non trova il gol da sei presenze in Serie A e potrebbe eguagliare la sua striscia più lunga a secco di reti nel massimo campionato con la maglia del Parma: sette gare tra febbraio e marzo 2019.

Con la rete contro l’Inter nell’ultimo turno di campionato, Riccardo Sottil è diventato il secondo italiano più giovane ad aver segnato almeno due gol in questa Serie A, dopo Tommaso Pobega.

Tra le squadre attualmente in Serie A, il Parma è quella contro cui l’attaccante del Cagliari Leonardo Pavoletti ha la miglior media gol nel massimo campionato, con tre gol a segno in 184 minuti (una ogni 61 minuti).

PARMA-CAGLIARI: IL METEO

Cieli coperti con possibilità di deboli rovesci per gran parte della mattinata. Dalle prime ore del pomeriggio e per tutta la serata, presenza di nebbia. Le temperature saranno comprese tra i 6 e i 7 gradi, con un indice di umidità relativa pari al 99%.

I venti, deboli e provenienti da Nord-Ovest.

Visibilità prevista: foschia.

PARMA-CAGLIARI: LA VIGILIA DEI DUE ALLENATORI

Fabio Liverani, tecnico del Parma: "Pari contro il Milan? Io credo che l'analisi della partita di San Siro sia la stessa, abbiamo fatto bene nei primi venti minuti, poi c'è stata la reazione del Milan con due pali e con il palo di Calhanloglu. Il secondo tempo è riniziato in modo giusto, abbiamo trovato il 2-0 e paradossalmente l'hanno riaperta da calcio da fermo con Hernani che era un po' in debito d'ossigeno.

Dopo il 2-1 non abbiamo concesso nulla, meritavamo di vincere per l'autostima. Il 2-2 eravamo in superiorità, siamo stati poco attenti ma ci sta. E' un passato a cui non guardiamo più, domani è un'altra storia e vogliamo recuperare quello che abbiamo perso sapendo che è difficile. 

Giocatori insostituibili? Questo c'è in ogni squadra ed è un merito che si prendono loro negli allenamenti e nelle partite. Ci sono giocatori che dimostrano di essere importanti e di fare bene e l'allenatore valuta ciò che vede, in questo identikit subentra la parte tattica e di carisma. Se guardi la formazione nostra sia per scelta che per infortuni non ho dato continuità ai dieci, e ciò fa capire le difficoltà. Chiunque ho chiamato ha risposto presente, però d'altra parte non è facile".

Bisogna continuare a lavorare, capire i momenti e capire che preoccuparci di più degli uomini che della palla. Eravamo perfetti sul cross di Calabria ma distanti da chi ha fatto gol. Saranno due partite diverse, con l'Inter c'era pressione forte, con il Milan non ricordo grossa pressione dopo il 2-1. Non abbiamo sofferto, non ci siamo barricati, poi l'episodio e le qualità rompono l'equilibrio.

Kurtic? Ha fatto la rifinitura con noi, non ha avuto problemi. 

Turnover? Se vediamo il minutaggio quando a disposizione i giocatori hanno avuto tutti minuti. E' normale che chi ha avuto i problemi ha giocato meno, ma è dovuto alla sfortuna e alla pandemia. Ci sarà qualche cambio, dall'inizio e durante, quello che mi piace è come sono entrati Inglese, che ha dato segnali positivi.

Più possiamo attingere alla rosa e più avremo vantaggi. Ci sarà minutaggio alto in queste partite.

Fare la partita? Noi ci lavoriamo e ci lavoreremo ancora tanto. Ci si dimentica che per fare un certo tipo di calcio bisogna farlo un certo tipo di giocatori. Noi abbiamo giocatori importanti che non vogliono stravolgere per un tipo di calcio. I nostri attaccanti hanno delle caratteristiche e noi dobbiamo sfruttarli per le caratteristiche che hanno. Sarà difficile palleggiare con giocatori come Gervinho e Karamoh, non si può ricercare qualcosa che non c'è, bisogna metterli in condizione per esprimersi nelle loro qualità.

Non ho né il piacere né il bisogno di far passare "il calcio di Liverani", il calcio di Liverani si adegua alle caratteristiche dei giocatori. Sarò bravo o meno bravo se tirerò fuori le caratteristiche migliori dai miei giocatori".

Eusebio Di Francesco, tecnico del Cagliari: "Domani cambierò qualcosa, magari qualcuno per reparto, vediamo, deciderò in base alle condizioni fisiche. Il fatto di giocare alle 20.45 mi permette di valutare bene visto che ho anche un altro allenamento.

Il Parma ha fatto una buona gara contro il Milan, anche noi avremmo potuto fare un buon risultato domenica, questa gare girano così. Ha personalità importanti, come Gervinho, i centrocampisti sono bravi a inserirsi e sta trovando la quadratura con Liverani. Ovviamente, affrontare l'Inter non è come affrontare il Parma.

Nandez? Per capire come sta bisogna solo vederlo sul campo. Si è allenato di più e sta meglio, si vedrà. Godin non sarà convocato, si è allenato ma deve ancora recuperare bene. Il problema con i ragazzi tornati dal Covid è che non si capisce come stanno finchè non giocano.

Chi in difesa? Mi dispiace che non vediate gli allenamenti, perchè così capireste le loro reali condizioni. Domani ci saranno Ceppitelli e Klavan, ma bisogna anche considerare quanti minuti hanno nelle gambe. La gara che stancherà di più non è quella di domani, ma quella di domenica prossima, e farò altre valutazioni.

Ounas ha fatto un tampone ieri ma dovrà ancora ripeterlo tre volte per uscirne. Godin non lo porto perchè così rimane qua e si allena, se venisse con noi non farebbe nulla tra oggi e domani. Nandez vi ha dimostrato domenica che, nonostante la grande volontà, non è al 100%, in base a queste valutazioni abbiamo preso le varie decisioni. Anche con Simeone dobbiamo fare le nostre valutazioni.

Il Covid è qualcosa che conosciamo poco, quindi non sappiamo mai le reazioni che uno può avere, nonostante abbiamo preso tantissime informazioni. Noi, comunque, dobbiamo avere una visione di gioco, un'unità di squadra, una cazzimma, che deve andare al di là degli interpreti.

Pavoletti ha fatto una buona gara, ha fatto tanto ed è stato sfortunato, Cerri è entrato benissimo e ha fatto salire la squadra, dandoci la sensazione di avere la gara in mano. Simeone lo conosciamo meglio. Domani potrebbero giocare tutti e tre, anche insieme.

Difesa schiacciata? Semmai squadra schiacciata, perchè abbiamo preso gol su calcio piazzato ed eravamo tutti schiacciati. Era qualcosa su cui abbiamo lavorato e che abbiamo fatto male. Dobbiamo migliorare sui calci piazzati, hanno cambiato le dinamiche della gara. Il terzo gol di domenica neanche lo considero.

Non vivo per niente il confronto con Liverani, che sarebbe dovuto venire al posto mio, fa parte del gioco e non mi tocca in maniera particolare. Non l'ho mai affrontato da allenatore, e lo ritengo molto bravo. Il gossip non mi piace.

Obiettivo di punti da qui a Natale? Non posso dire quanti ne vorrei fare, partiamo dalle prestazioni e dagli atteggiamenti. Ultimamente avremmo meritato di più dei due punti che abbiamo conquistato, dobbiamo badare al sodo ed essere più solidi, cercando di subire meno il ritorno degli avversari. Questo ci porterà punti.

Siamo cresciuti nel palleggio, nella concertazione di squadra e nella continuità, ma domenica abbiamo capito che non basta, a seconda delle partite che si affrontano. Dobbiamo migliorare nelle scelte che andiamo a fare durante la gara, nel leggere i vari momenti, nel parlare tra compagni e altro. Questo è ciò su cui stiamo lavorando e su cui credo che siamo ancora un po' carenti.

Il Parma è soddisfatto per l'ottimo risultato di domenica, anche noi saremmo voluti arrivare con quello spirito. È una squadra brava nei calci piazzati e nei colpi di testa, che sono due nostri punti deboli e dovremo stare attenti in quelle situazioni. Hanno diversi giocatori di ripartenza e gamba. Vogliamo fare la partita e dovremo fare molta attenzione.

Pereiro è convocato, si è allenato ma è stato lontano per un po' tra infortunio e Covid. Il fatto di avere 5 cambi ci permette di fare molte modifiche a gara in corso.

Mercato? In questo momento non ci sto pensando, se arrivassero richieste per i nostri vuol dire che stiamo facendo bene. Ci sta perdere qualsiasi giocatore, spero di no, vorrei averli tutti fino a giugno, anche perchè il Covid me ne ha tolti diversi. è un campionato particolare, siamo senza pubblico che domenica ci avrebbe aiutato tanto.

Marcatura a uomo o a zona sui calci piazzati? Sono tante le cose a cui sto pensando".

PARMA-CAGLIARI: I PRECEDENTI DELLA SFIDA

12^ giornata di Serie A, con il Cagliari che farà visita al Parma. Sono 33 i precedenti in terra emiliana tra le due squadre, fra Serie A e B. I sardi hanno ottenuto 5 vittorie, a fronte delle 17 parmensi. I pareggi sono stati 11. 27 i gol segnati dai cagliaritani, che ne hanno incassati 55.

PARMA-CAGLIARI: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

Il match tra Parma e Cagliari in programma al Tardini questo mercoledì alle 20:45 verrà arbitrato dal Sig. Ivano Pezzuto della sezione di Lecce.

Sarà coadiuvato dagli assistenti Peretti e Grossi.

Quarto uomo Pasqua, al VAR Banti e Lo Cicero.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook