BRAVO CAGLIARI: PARI ALL’OLIMPICO

In gol Joao e Balde: 2-2 contro la Lazio

pubblicato il 19/09/2021 in Match report da Antonello Cossu
Condividi su:
Antonello Cossu
2020

Da parte di Antonello Cossu è tutto, un saluto ed un ringraziamento ai lettori dall'intera redazione di blogcagliaricalcio1920.net. Rimanete collegati per le pagelle e le dichiarazioni dei protagonisti nel dopo gara.

95' Triplice fischio di Ghersini! Lazio-Cagliari termina 2-2! 

94'         Rosso per Zappa! Il difensore rimedia il secondo cartellino per un fallo su Zaccagni e va anzitempo sotto la doccia! Cagliari in 10.

93' Colpo di testa di Milinkovic, Cragno blocca.

90' 5 minuti di recupero al termine.

89' Altra sostituzione nella Lazio: Moro rileva Luis Alberto.

88' Cambio nella Lazio: Akpa Akpro prende il posto di Felipe Anderson.

88' Sostituzione nel Cagliari: Pavoletti rileva un'esausto Joao Pedro.

87' Tre minuti più recupero alla fine, Lazio e Cagliari si trovano sul 2-2 all'Olimpico grazie alle reti di Immobile e Cataldi per i biancocelesti, Joao Pedro e Keita per i rossoblù.

83' PAREGGIO DELLA LAZIO, GOL BELLISSIMO DI CATALDI! Il giocatore subentrato raccoglie una respinta della difesa rossoblù e scarica un destro imparabile che si spegne all'incrocio dei pali difesi da Cragno! 2-2 all'Olimpico, Cagliari gelato!

81' Meno di 10 minuti più recupero al termine della sfida, Cagliari in vantaggio 2-1 sulla Lazio.

78' Assedio finale da parte della Lazio, ora il Cagliari si difende a tratti con tutti gli effettivi.

75' Cambio anche nella Lazio: Lazzari esce dal campo, dentro Marusic.

75' Miracolo di Cragno su Immobile! Grande intervento in uscita del portiere sull'attaccante laziale, involato davanti alla porta col pallone buono tra i piedi! Corner per i padroni di casa.

74' Doppia sostituzione nel Cagliari: fuori Keita Balde e Lykogiannis, dentro Bellanova e Pereiro.

73' Cragno! Grande risposta del portiere rossoblù su un sinistro potentissimo di Luis Alberto scoccato dal limite dell'area! Dopo la respinta, Acerbi spara alto di testa ma si trovava in posizione di fuorigioco.

70' Tentativo di pallonetto aereo di Immobile, Cragno segue la traiettoria senza aver bisogno di intervenire.

67' Colpo di testa di Milinkovic, Cragno blocca senza problemi.

65' Doppio cambio di martusciello: fuori Leiva e Pedro, dentro Cataldi e Zaccagni.

62' CAGLIARI IN VANTAGGIO CON KEITA BALDE! Contropiede letale dei rossoblù: Joao Pedro va via a Luiz Felipe sulla sinistra e serve Keita Balde al centro, l'ex Lazio controlla e batte Reina con freddezza! Rimonta completata, il Cagliari è avanti 2-1 all'Olimpico!

62'     Ammonizione per Zappa, reo di aver trattenuto Felipe Anderson impegnato in ripartenza.

61' Sinistro potente di Lykogiannis, Reina respinge il tiro con qualche affanno.

58' Palo esterno di Nandez! Il Cagliari ora combatte colpo su colpo all'Olimpico!

57' Doppio cambio per Walter Mazzarri: fuori Caceres e Dalbert,dentro Walukiewicz e Zappa.

55' Brivido per il Cagliari! Pedro si accentra e calcia col sinistro, Cragno perde la sfera e poi interviene su Immobile prima che questo possa depositare la palla in rete. Lazio vicina al 2-1!

53' La Lazio prova a bucare centralmente, Ceppitelli legge l'azione e chiude su Immobile prima che possa diventare pericoloso.

50' Si riprende a giocare, pallone in possesso della Lazio.

49' Problemi per Dalbert, gioco fermo.

46' PAREGGIO DEL CAGLIARI, JOAO PEDRO! I rossoblù segnano immediatamente l'1-1: Marin arriva al limite dell'area e scodella dentro per Joao Pedro, il 10 sardo colpisce di testa anticipando Reina e depositando così il pallone in rete! 

46' Inizia la ripresa.

 

46' Duplice fischio di Ghersini, Cagliari sotto 1-0 all'Olimpico, Lazio avanti grazie al gol di Immobile arrivato al tramontare della prima frazione di gioco. Ora l'intervallo e poi la ripresa del match.

45' 1 minuto di recupero.

45' LAMPO DI IMMOBILE, LAZIO IN VANTAGGIO! Cross di Milinkovic sul primo palo, stacco imperioso di Immobile e girata di testa che si spegne in fondo al sacco! Che gol del centravanti azzurro, Lazio avanti 1-0!

42'     Ammonizione per Luiz Felipe, fallo duro su Joao Pedro.

41' Chiusura provvidenziale di Carboni su Lazzari dopo la breccia aperta dalla Lazio alle spalle di Lykogiannis! Grande intervento del giovane azzurrino a negare il gol a Felipe Anderson!

38' Combinazione Luis Alberto-Immobile, la difesa del Cagliari chiude le maglie e neutralizza l'azione.

35' Azione personale di Felipe Anderson sulla sinistra, Caceres lo chiude con esperienza e senso della posizione. Il brasiliano chiede un rigore, per l'arbitro è tutto regolare.

32' Destro dalla distanza di Milinkovic, Cragno si accartoccia sul pallone e lo blocca.

30' Fuorigioco di Joao Pedro al termine di un'altra azione pericolosa da parte dei sardi. Bel Cagliari quello in campo all'Olimpico.

26' Tentativo di rovesciata di Pedro, Caceres lo anticipa e guadagna calcio di punizione.

24' Cross interessante di Lazzari, Cragno esce e blocca il pallone a terra.

21' Nandez! Lykogiannis si sgancia a sinistra e pennella un cross per l'ex Boca, Nandez stacca di testa e spara alto da buona posizione! Ghiotta chance per il Cagliari!

20' Destro dalla distanza di Lazzari, Acerbi si ritrova sulla traiettoria e devia la sfera sul fondo.

18' Il Cagliari chiude tutti gli spazi in campo, la Lazio fatica a sviluppare trame di gioco verticali.

15' Keita! Azione fulminea del Cagliari: Nandez recupera il pallone a destra e lo mette in mezzo. sponda di Joao Pedro e destro di Keita murato dal difensore! Cagliari vicino all'1-0!

14' Luis Alberto calcia direttamete sulla barriera, Cragno esce e fa suo il pallone innocuo.

12' Milikovic Savic viene steso al limite dell'area di rigore da Ceppitelli: calcio di punizione invitante per i biancocelesti.

8' Acerbi trova immobile dalle retrovie, Ceppitelli chiude l'attaccante laziale che si trascina il pallone sul fondo.

6'     Prima ammonizione del match ai danni di Caceres, l'uruguaiano ha atterrato Felipe Anderson nei pressi dell'area rossoblù.

5' Cross perfetto di Nandez per Keita Balde posizionato nel cuore dell'area di rigore, il senegalese viene ostacolato da Dalbert nello stacco di testa e l'occasione sfuma.

3' Taglio in profondità di Luis Alberto e suggerimento di Immobile, destro dello spagnolo che termina sul fondo.

1' Partiti, primo possesso del Cagliari!

Squadre in campo, Lazio-Cagliari sta per cominciare!

Buon pomeriggio a tutti i lettori di blogcagliaricalcio1920.net da parte di Antonello Cossu, benvenuti alla cronaca testuale di Lazio-Cagliari, match valido per la 4^ giornata di Serie A. Sarà la prima di Walter Mazzarri sulla panchina rossoblù, contattato in settimana dopo la decisione del Presidente Giulini di esonererare Leonardo Semplici. Il calcio d'inizio della gara è fissato alle 18:00 in punto.


LAZIO-CAGLIARI: LE FORMAZIONI UFFICIALI

LAZIO (4-3-3)

Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Leiva, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Pedro.

CAGLIARI (3-5-2)

Cragno; Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis; Caceres, Nandes, Marin, Deiola, Dalbert; Joao Pedro, Keita.

LAZIO-CAGLIARI: LE ULTIMISSIME DI FORMAZIONE

Cragno in porta è la scelta più facile. In difesa mancherà ancora Diego Godin, quindi Mazzarri dovrebbe optare per una linea a 3 composta da Carboni, Ceppitelli e Walukiewicz: il polacco ha recuperato da poco, per cui occhio pure a Caceres, ex della gara.

A centrocampo sugli esterni dovrebbero giocare Zappa a destra e Dalbert a sinistra, mentre in mezzo, vista ancora l'assenza di Strootman, Deiola prenderà il suo posto in cabina di regia, affiancato da Nandez e Marin.

In attacco è ballottaggio tra Keita e Pavoletti, tornato anche lui da un problema fisico, mentre Joao Pedro non è mai in discussione. 

LAZIO-CAGLIARI: LA VIGILIA DI WALTER MAZZARRI

Con la consueta conferenza stampa pre partita, inizia oggi ufficialmente l'avventura di Walter Mazzarri al Cagliari. Ecco le parole con cui il tecnico ha presentato il match contro la Lazio:

"L’ambiente è eccezionale, mi hanno accolto tutti bene. La struttura è eccezionale. Per essere serio, non posso darvi indicazioni precise, vi posso dire che ho buone sensazioni, il gruppo ha voglia di riscatto. Il primo dato sarà questa gara, in uno stadio importante e contro una squadra importante: vedremo i ragazzi come reagiranno.

Pavoletti ha fatto oggi il provino per vedere la sua situazione, un giocatore esperto come lui verrà con noi per stare vicino ai compagni e cercare di capire qualcosa del nuovo mister. Sarà in panchina ma non so quanto potrebbe giocare. Gli altri sono tutti a disposizione. Per fortuna ho 5 cambi, se vedo qualcuno in difficoltà potrò dargli il cambio.

I miei obiettivi? Io non amo i subentri e a me piace dare un’impronta, le squadre di Mazzarri hanno anima e non si arrendono mai, io ho già toccato certi tasti con i ragazzi e voglio che i ragazzi inizino a capire questo. Domani ci sarà il primo vero test. Non mettiamoci limiti, pensiamo partita dopo partita, ora avremo delle gare ravvicinate e potrò farmi un’idea più precisa dopo la sosta, quando potremo lavorare con più calma. Vedere la squadra in tv non è come vederla dal vivo.

Ho un rispetto talmente grande dei miei colleghi che voglio parlare del Cagliari da oggi in poi. Ovviamente ho visto le gare del Cagliari e ho già provato a proporre qualcosa del mio credo calcistico, ma non mi piace parlare del lavoro dei colleghi.

Io in carriera ho allenato tutti i moduli. Valuto sempre che squadra ho a disposizione e poi le cucio un modulo addosso. Di solito prediligo il 3-4-3 o il 3-5-2 ma a seconda del momento della gara non ho problemi a provare altre soluzioni, e tutto questo si prepara in settimana. Bisogna essere camaleontici. Ci vuole tempo per inculcare certi punti fermi, perché a seconda del modulo bisogna impararae a fare certe cose, per questo preferisco iniziare sempre in estate.

La Lazio? Una squadra così forte che sta ai vertici da così tanti anni credo che dopo due sconfitte sarà arrabbiata. Non so in che condizioni fisiche sia, lo saprà il suo allenatore, io penso ai miei, ho chiesto di fare il meglio che possiamo rispetto a ciò che abbiamo fatto in questi tre giorni. Se lo facciamo, possiamo mettere in difficoltà anche gli avversari più tosti. E mi fermo qui, basta con le parole, dobbiamo iniziare al più presto a fare punti.

Una squadra evoluta deve saper leggere i momenti della gara e sapere quando deve saper fare una cosa o l’altra. In questi giorni ho puntato molto sul fatto che se c’è da soffrire, si soffre insieme, ma se abbiamo palla, bisogna provarci, col palleggio, la verticalizzazione e così via… non c’è un aspetto solo, dobbiamo essere bravi a leggere la gara e i vari momenti e serve un allenatore che sappia essere sempre lucido e sul pezzo per dare indicazioni.

Perché ho scelto Cagliari? Io e il presidente ci parliamo da tanto tempo e la piazza di Cagliari mi stimola perché mi piacciono le piazze che ti mettono l’adrenalina. Cagliari è una piazza che rappresenta un popolo intero, tutti i sardi tifano Cagliari. Il mio sogno è che, con un progetto intelligente, e facendo bene quest’anno, si possa crescere

Nandez? Il calcio moderno ha bisogno di giocatori che sappiano far tutto e lui lo sa fare. Se avrò il tempo di farglielo capire potrebbe arrivare a diventare anche un buon trequartista e giocare in mezzo al campo. Di solito, quando ho creduto in un giocatore, poi con il tempo è esploso. Per il momento, però, lui vuole giocare esterno e sarà accontentato.

Io colpo di mercato del Cagliari? Lo dovete dire voi… io quando accetto un incarico mi focalizzo sul mio lavoro e lascio parlare gli altri. Ma io ho motivazioni talmente alte che è come se fosse il mio primo anno in A. Qua è arrivato un Mazzarri umile che vuole solo fare bene.

Io mi concentro sull’aspetto mentale, tecnico, tattico e fisico, un allenatore non può trascurare niente e bisogna cercare di far migliorare tutto. Per il momento ho cercato di lavorare sulla testa e ho cercato di accennare un po’ ai miei principi, purtroppo dopo Roma avremo subito Empoli e Napoli, ma qualcosina mi aspetto fin da subito.

Se c’è qualcuno che mi ha stupito in questi giorni? Preferisco non parlare dei singoli, non mi sembra giusto e per gli allenamenti che abbiamo fatto ho tratto indicazioni positive dal gruppo, ho visto ancora troppo poco.

Quale squadra vorrei poter rivedere nel Cagliari? Il Torino dei 63 punti, che al ritorno è stato quarto in classifica, era una squadra che non mollava mai e questo vuol dire che ha fatto qualcosa sopra le righe. Quello è l’esempio di quello che ho fatto in carriera, come quando ho preso la Samp… di solito le mie squadre sono unite, organizzate e che non mollano mai. È qualcosa che mi hanno sempre riconosciuto.

La carenza di centrali non deve essere un alibi, chi scenderà in campo dovrà dare risposte. Anche se affrontiamo una squadra forte non voglio dare vantaggi e le mie scelte le vedrete poco prima della gara.

Differenze nel calcio rispetto a prima della pandemia? Io non avevo il vaccino e ho ricevuto proposte ma le ho rifiutate perché un calcio senza tifosi non è calcio, sono allenamenti. Io stesso, come allenatore, mi sarei sentito al 50%. Ho avuto la fortuna di poter fermarmi, ho colto l’occasione per studiare e aggiornarmi, io cerco sempre di rinnovarmi e migliorarmi." 

LAZIO-CAGLIARI: I ROSSOBLÙ CONVOCATI DA MAZZARRI

Portieri: Aresti, Cragno, Radunovic.

Difensori: Walukiewicz, Carboni, Ceppitelli, Caceres, Altare, Dalbert, Lykogiannis, Zappa, Bellanova.

Centrocampisti: Oliva, Marin, Grassi, Deiola, Nandez, Pereiro.

Attaccanti:  Farias, Joao Pedro, Keita Balde, Pavoletti.

LAZIO-CAGLIARI: LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

L'AIA ha reso note le designazioni arbitrali per la 4^ giornata di Serie A.

Il Sig. Davide Ghersini di Genova è stato designato per dirigere Lazio-Cagliari, in programma domenica all'"Olimpico".

Sarà coadiuvato dagli assistenti Marco Bresmes di Bergamo e Alessandro Lo Cicero di Brescia.

Quarto ufficiale Francesco Meraviglia di Pistoia.

Addetti al VAR Luca Banti di Livorno e Alessandro Costanzo di Orvieto.