Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Onore ad Eugenio Corini! Vero Signore nei confronti del Cagliari e di Radja

Il tecnico clivense esalta le qualità dei rossoblù e “allontana” la vendita di Nainggolan

Condividi su:

In vista della gara di domenica pomeriggio prevista al Bentegodi alle 15:00 anche il tecnico del Chievo Eugenio Corini, come da consuetudine, ha indetto la classica conferenza stampa pre-partita. E non sono mancati gli spunti d’interesse. Il tecnico ha dimostrato sin da subito prudenza nei confronti di un avversario di cui teme soprattutto la velocità in ripartenza:

“In serie A ci sono qualità importanti. Certe squadre quando recuperano palla sono pericolose: ti partono in contrattacco con Ibarbo, con Cossu, con Sau. Poi i rossoblù hanno anche Ekdal, Nainggolan e Conti a metà campo. È una squadra di qualità, di forza e di palleggio. Dunque devi sempre sapere come contrapporti, dando equilibrio alla tua squadra in funzione delle caratteristiche dell’avversario”.

Corini dimostra massimo rispetto per un cliente difficile come i rossoblù:

“Il Cagliari è una squadra importante. Un centrocampo con Conti e Nainggolan, in cui puoi inoltre alternare sul centrodestra Ekdal, Dessena, vuol dire avere gamba, corsa, qualità tecnica. Poi vai a vedere l’attacco, vai a guardare dietro dove hanno uomini come Astori, un giocatore da nazionale, e capisci che è una squadra di livello: l’ha dimostrato anche il campionato scorso. Inoltre, ha un allenatore molto bravo e che stimo molto”.

Il tecnico clivense esprime un giudizio generale positivo anche sulla società di viale La Playa:

“Cellino sta avendo la forza di trattenere Nainggolan da tre anni, ha avuto la forza di tenere Agazzi nonostante avesse potuto venderlo quest’estate, ha avuto la forza di tenere Conti per dieci anni. Alla fine il Cagliari fa sempre una squadra forte, e vende ogni tanto un giocatore così come succede a tutte le squadre di media classifica per fare cassa, ma senza mai svendere”.

Infine, stuzzicato dai giornalisti, arriva anche una battuta su Nainggolan:

“Nainggolan che va via a gennaio? Non so, voglio vedere. È da tre o quattro sessioni di mercato che si sente parlare di una sua possibile cessione, poi è sempre rimasto. Ed è un giocatore straordinario”.

Condividi su:

Seguici su Facebook