Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ci pensa il Capitano: Conti mata il Toro

Il Cagliari batte il Torino 2-1 grazie a due prodezze su punizione del Capitano

Condividi su:

Il Cagliari batte il Torino per 2-1 e ritrova i tre punti grazie ad una prova straordinaria del suo capitano Daniele Conti che trascina la squadra mettendo a segno due gol bellissimi entrambi su calcio di punizione.

Serie A, dodicesima giornata. Al Sant'Elia il Cagliari ospita il Torino guidato dal tecnico ex rossoblù Giampiero Ventura. Novità dell'ultim'ora per Lopez che deve rinunciare ad Agazzi per infortunio. Al suo posto, tra i pali, è il turno di Avramov. Difesa a quattro con Pisano a destra, Rossettini e Astori centrali, Murru, di rientro dal turno di squalifica, regolarmente a sinistra. Centrocampo composto da Conti, Dessena ed Eriksson, Cossu in panchina, Nainggolan spostato nel ruolo di trequartista. In attacco, le punte sono Sau e Ibarbo.

La cronaca della gara:

Il Torino appare ben schierato in campo, gioca da subito in modo ordinato mettendo in difficoltà  il Cagliari che prova a ripartire cercando di sfruttare la velocità di Sau e Ibarbo attraverso lanci lunghi che non creano problemi alla retroguardia granata. Al 10' minuto il Cagliari ha una buona occasione; fraseggio corto al limite dell'aria di rigore, palla per Ibarbo che da buona posizione calcia male sul fondo. Passano due minuti ed Eriksson ci prova dalla distanza impegnando Padelli che respinge con i pugni. Sulla ribattuta Nainggolan calcia ma non concretizza. Il Toro si chiude cercando di non lasciare spazi al Cagliari che però ora fa la partita e insiste. Ibarbo mette in difficoltà la difesa del Torino con dribbling e grande movimento su tutto il fronte offensivo. Nonostante l'impegno la squadra di Lopez non riesce a concretizzare, il Torino copre sempre meglio gli spazi e controlla la partita provando ora ad impostare ed innescare Cerci che propone e si propone. Siamo alla mezz'ora, il Torino cresce, fa possesso palla, tiene il pallino del gioco e con un tiro dal limite, Immobile impegna Avramov che si distende alla sua sinistra deviando lateralmente il tiro dell'attaccante granata.
Ora la squadra di Ventura è padrona del gioco, il Cagliari deve difendersi, Cerci giganteggia, al 39' si beve mezza difesa sarda e solo la bravura di Avramov impedisce ai granata di passare in vantaggio. Al 42' Sau guadagna un calcio di punizione al limite dell'aria. Si incarica del tiro il capitano Daniele Conti: il suo tiro è perfetto, beffa la barriera granata e si infila in rete alla destra dell'incolpevole Padelli. Si chiude così il primo tempo, il Cagliari è in vantaggio sul Torino per una rete a zero.

Le squadre rientrano in campo per la ripresa. Non ci sono cambi. Cerchi continua a giocare molto bene e prova a trascinare i compagni verso l'area del Cagliari. I rossoblù danno l'impressione di essere in grado di difendersi in maniera ordinata pronti a ripartire in contropiede. Al 5' Torino Pericoloso su calcio di punizione. Cerci calcia, Avramov con sicurezza blocca a terra. Passa un minuto, il Cagliari perde palla a centrocampo, verticalizzazione perfetta per Immobile che entra in aria e con un preciso diagonale rasoterra mette a segno il gol del pareggio. La gara ora è nervosa, i rossoblù accusano il colpo, il Torino cerca il secondo gol, mantiene il possesso palla non permettendo al Cagliari di uscire dalla propria metà campo. Lopez chiede ai suoi un cambio di ritmo ma la palla resta sempre tra i piedi dei giocatori di Ventura. Ibarbo rischia il secondo giallo e l'espulsione, i sardi sono lenti e lunghi. Ancora Ibarbo protagonista, palla per Sau che si libera del suo marcatore ma calcia debole e centrale da ottima posizione a pochi metri dalla porta. I minuti passano, il Cagliari prova a pungere, il Torino resta attento ed equilibrato non rischiando quasi nulla e dando l'impressione di potersi accontentare del pari. Lopez cerca di dare la scossa giusta ai suoi e  manda in campo Cossu che rileva Pisano. Sembra non cambiare nulla, i rossoblù non trovano lo spunto giusto, Eriksson ci prova da quaranta metri ma il suo tiro è da dimenticare. Lopez richiama in panchina uno spento Sau. Al suo posto Ibraimi. Non cambia nulla, i rossoblù ancora una volta appaiono spenti e senza idee, in piena crisi di gioco e di identità. Nonostante ciò al 43' Conti lascia partire una bomba nuovamente su calcio di punizione che non lascia scampo all'estremo difensore granata che vede la palla infilarsi sotto la traversa. È il gol vittoria, è festa al Sant'Elia, il Cagliari batte il Torino per 2-1 e ritrova la vittoria dopo tre sconfitte consecutive.

Tra i rossoblù è scontata la palma del migliore in campo a Daniele Conti, autore di una doppietta nel giorno della sua trecentesima presenza in serie A.
Bene anche Ibarbo e Astori e Avramov.

Le formazioni:

CAGLIARI (4-3-1-2): Avramov; Pisano (29' st Cossu), Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Eriksson; Nainggolan (42' st Cabrera); Ibarbo, Sau (35' st Ibraimi). All. Lopez.

TORINO (4-3-3): Padelli; Darmian, Bovo, Moretti, D'Ambrosio; Basha, Vives, Brighi; Cerci, Immobile, El Kaddouri (23' st Bellomo). All. Ventura

Reti: 43' pt Conti, 6' st Immobile, 43' st Conti

Arbitro: Calvarese
 

Condividi su:

Seguici su Facebook