Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fair play, Cagliari quinto per cartellini incassati

L’analisi della speciale classifica

Condividi su:

Nel calcio moderno, l’aggressività e soprattutto l’aggressione dell’avversario ad altezze di campo un tempo impensabili stanno diventando caratteristiche sempre più presenti e fondamentali in ogni categoria.

Il Cagliari di Maran non fa eccezione e forse addirittura più di altre formazioni basa il proprio gioco sulla pressione e sulla massima intensità, tanto che è proprio quando i ritmi calano e le energie iniziano a mancare che in campo nascono i maggiori problemi.

Per “fortuna” del tecnico trentino, l’aggressività non manca di certo ai giocatori rossoblù e a dimostrarlo sono i numeri: il Cagliari infatti è quinto per cartellini incassati in Serie A con un bilancio di 49 gialli e 3 rossi, dietro solo a Bologna (57g, 3 r), Milan (55g, 5r), SPAL (54g, 1r) e Lecce (51g, 3r).

Cifre che indicano, nel caso dei sardi, una squadra tosta, difficile da superare, con una spiccata tendenza al contrasto fisico. Non solo, il numero di cartellini rossi, tolte le due clamorose ingenuità di Cacciatore ed Olsen in quel di Lecce, mostra che la squadra sa gestire bene la propria irruenza e difficilmente chiude le partite in inferiorità numerica, come successo ad Udine a causa della doppia ammonizione di Pisacane.

Di contro, spesso ci si ritrova ad affrontare assenze derivate da diffide e squalifiche ma Maran le vede solamente come un piccolo prezzo da pagare in virtù delle prestazioni che la squadra è in grado di offrire al meglio delle proprie potenzialità. E se i risultati sono questi, non si può che dargli ragione.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook