Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Joao da record, solo Zico meglio di lui

14 gol nelle prime 22 gare: JP10 spicca nella speciale classifica dei migliori marcatori della storia della Serie A

Condividi su:

Dopo aver eguagliato nientemeno che Gigi Riva, andando in doppia cifra in 15 giornate, come solo il mito era riuscito a fare, per Joao Pedro è arrivato un altro record, stavolta tutto brasiliano.

Secondo i dati di Opta infatti, se si prendono in considerazione le prime 22 gare di Serie A,
il numero 10 del Cagliari è il carioca ad aver fatto meglio in termini di gol dai tempi di Zico, un'altra leggenda.

All'Udinese, il fuoriclasse verdeoro realizzò 17 reti durante la stagione 1983/84 nell'arco di un girone e poco più. Nell'anno del Centenario, JP10 sale in cattedra e ne fa 14 su 22 presenze, alla pari di due mostri sacri come Ronaldo (Il Fenomeno) e Adriano, che segnarono lo stesso tanto rispettivamente nel 1997/98 e nel 2004/05, entrambi con la maglia dell'Inter.

Al secondo posto di questa speciale classifica però c'è un certo Luis Vinicio con 16 gol, realizzati quando giocava per il Napoli, ma parliamo degli anni '50, una vita fa.

Forse non basterà per una convocazione in Nazionale, perché tra Firmino, Neymar e Gabriel Jesus in Brasile hanno l'imbarazzo della scelta, ma questi numeri quantificano quanto devastante sia stato l'impatto di Joao sulla stagione del Cagliari. Proprio dopo che Pavoletti si è infortunato e si era corsi ai ripari con Simeone, ci si è ritrovati, inaspettatamente, un vero e proprio cecchino già in casa, quando fino all'anno prima il suo miglior bottino in un campionato erano 7 reti.

Adesso ne ha fatte il doppio, è il quarto marcatore della Serie A insieme a Josip Ilicic dell'Atalanta. Contro il Genoa potrebbe mettere la freccia e provare ad agganciare Lukaku, andato in doppietta con l'Udinese e arrivato a 16 gol.

Il merito di questa esplosione va dato anche a Maran, che ha avuto l'intuizione di farlo giocare in una posizione più vicina alla porta, e al lavoro di Simeone, che come dimostrato contro il Parma, oltre a segnare, fa legna e pure qualche assist. Intanto, Joao Pedro ringrazia e continua a stupire.


 

Condividi su:

Seguici su Facebook