Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Italiano: "Partita complicata, siamo stati bravi a pareggiare"

"Sottil? Avevo timore dell'arrembaggio rossoblù e l'ho sotituito"

La Redazione
Condividi su:

La gara tra Cagliari e Fiorentina è terminata con il risultato di 1-1 e Vincenzo Italiano è appena arrivato in sala stampa per commentare la prestazione contro i sardi.

Ecco le sue parole:

“In questo momento ci manca qualcosa lontano dal Franchi, aggrediamo le partite in maniera diversa. Siamo stati bravi a pareggiare quando la partita si era complicata, abbiamo anche creato i presupposti per il gol. Comunque abbiamo fatto un punto e continuiamo a lavorare.

Assenza di Vlahovic e Bonaventura pesante? Certamente, sarebbe strano il contrario. Sono contento di quello che hanno fatto i nuovi Ikone e Piatek. Piatek deve crescere e deve abituarsi a lavorare in modo diverso, fare crescere l'intesa con i compagni.

Biraghi ha fatto la sua gara, ma dobbiamo trovare il modo di essere più intraprendenti fuori casa, oggi avremmo potuto osare di più. Il Cagliari è una squadra in grande crescita, dal punto di vista delle occasioni, e una volta passati in svantaggio ho pensato davvero di non recuperarla e aver pareggiato una gara come questa penso sia un gran merito della mia squadra. Il Cagliari è molto diverso rispetto a quello di qualche mese fa.

Siparietto con Ikone? Quando arriva qualcuno da fuori bisogna fargli capire i meccanismi. Ci sta non capire e avere momenti di difficoltà ma siamo qui per superarli.

Il rigore? Non è tanto il rigore ma l’inferiorità numerica. L’arbitro ha deciso così, bravo Terraciano. 

Sottil? Avevo timore dell'arrembaggio del Cagliari nel finale, ho preferito inserire Nastasic e non rischiare più".

Condividi su:

Seguici su Facebook